Tag: polpette

Scaldiamoci con le zuppe!

Storie in cucina

Scaldiamoci con le zuppe!

Eredità della tradizione contadina, minestre e zuppe sono una vera e propria risorsa in cucina perché possono essere cucinate con quasi ogni tipo di ingrediente. Sono infatti due piatti tipici della cucina povera, realizzati solitamente con gli avanzi della dispensa: verdure, legumi, formaggi, carne, pesce, pane: tutti questi ingredienti, combinati a molti altri, possono contribuire a creare tante diverse e appetitose minestre e zuppe.

Ecco le mie zuppe invernali preferite, gustosissime e perfette come piatto unico!

ZUPPA GRATINATA CON ORZO E VERDURE INVERNALI, ZUPPA DI LENTICCHIE CON ZUCCA E POLPETTE DI PANEZUPPA DI FARRO CON VERZA, PANCETTA E CASTAGNE, ZUPPA DI CICERCHIE CON POLPETTINE DI MAIALEZUPPA DI CECI E BORLOTTI CON RADICCHIO ROSSO E FUNGHI;

ZUPPA DI CICERCHIE CON POLPETTINE DI MAIALE

Primi Ricette

ZUPPA DI CICERCHIE CON POLPETTINE DI MAIALE

Ingredienti per 4 persone
300 g di cicerchie secche messe a bagno per 12 ore
100 g di pancetta battuta
1 spicchio di aglio
Rosmarino, salvia
1 porro
Olio extravergine d’oliva
Sale e pepe

Per le polpette
300 g di carne di maiale macinata
1 salsiccia
Grana grattugiato
Sale pepe
Timo

Esecuzione:
Lessare le cicerchie in acqua a leggero bollore fino a quando risultano morbide circa 2 ore.
Nel frattempo fare un battuto con la pancetta, la salvia il rosmarino e lo spicchio di aglio e farlo rosolare in una casseruola a fuoco dolcissimo. Unire il porro, tagliato a rondelle, e farlo insaporire per alcuni minuti, quindi aggiungere le cicerchie lessate, coprire con brodo vegetale, sistemare di sapore e fare cuocere per una decina di minuti a leggero bollore. In una ciotola mescolare la carne macinata con la salsiccia sgranata, il grana, sale, pepe e un poco di prezzemolo tritato, impastare e formare delle piccole polpettine.
Unirle alla zuppa e cuocere sempre a leggero bollore per alcuni minuti.
Servire la zuppa con un filo di olio e una generosa macinata di pepe.

IL CONSIGLIO DEL MAESTRO
La cicerchia è un legume tipico del centro e sud d’Italia, quasi scomparso, ha la forma di piccoli sassolini, tanto che in passato molto spesso veniva utilizzata per creare la ghiaia nei presepi.
Per eliminare il principio amaro “latirina” , contenuto nelle cicerchie, indigesto all’uomo, va messa in ammollo in acqua tiepida con una presa di sale o un cucchiaio di bicarbonato per otto, dodici ore cambiando l’acqua due o tre volte. L’acqua di ammollo va eliminata. Dopo l’ammollo le cicerchie vanno messe in una pentola con acqua fredda e portate a cottura a leggero bollore eliminando le impurità che vengono a galla e
aggiungendo il sale quasi a fine cottura.

IMG_0066

IMG_0061

IMG_0056

POLPETTE CON BROCCOLO, COUSCOUS AL FARRO E PECORINO

Antipasti Ricette Vegetariano

POLPETTE CON BROCCOLO, COUSCOUS AL FARRO E PECORINO

Ingredienti:
200 g di couscous al farro
200 g di cimette di broccolo siciliano
80 g di pecorino sardo grattugiato
Farina di riso circa 1 cucchiaio
1 uovo
1 spicchio di aglio
Olio extravergine d’oliva
Sale e pepe

Esecuzione:
Portare a bollore 3 dl di acqua con un pizzico di sale, unire il cous cous coprire con un coperchio, spegnere il fuoco e lasciare riposare per 6 minuti circa. Frullare le cime del broccolo nel mixer fino ad ottenere un composto granuloso, poi unirlo al couscous, ben sgranato e intiepidito, insieme al formaggio, l’uovo ed ad un cucchiaio di farina di riso. Amalgamare bene il tutto, sistemare di sapore e riporre in frigorifero per 30 minuti circa. Riprendere il composto, se risulta troppo umido unire ancora un poco di farina, quindi formare delle polpette leggermente schiacciate e cuocerle in padella con un filo di olio insaporito con uno spicchio di aglio, girandole solo quando sono ben dorate, una volta pronte scolarle su carta assorbente per farle ben asciugare prima di servirle.

 

IL CONSIGLIO DEL MAESTRO
Se non avete a disposizione la farina di riso potete sostituirla con dell’amido di mais o della fecola di patate il risultato sarà il medesimo. Dopo aver lavato il broccolo asciugatelo molto bene con carta da cucina.
Queste polpette sono ottime sia calde che fredde, accompagnate da una fresca insalata o da una salsa allo yogurt.

IMG_0251

IMG_0245

POLPETTE DI BACCALA’ E PATATE CON SPECK E MAIONESE DI BROCCOLO

Ricette Secondi

POLPETTE DI BACCALA’ E PATATE CON SPECK E MAIONESE DI BROCCOLO

Ingredienti per 4 persone:
400 g di baccalà dissalato
200 g di patate
80 g di porro
50 g di speck tagliato sottile
2 uova
Pane grattugiato qb
Olio extra vergine d’oliva
Olio di semi per friggere
Buccia grattugiata di 1 limone
Sale e pepe
Per la maionese di broccolo
1 piccolo broccolo
1 cucchiaino di senape delicata
Olio extra vergine d’oliva
Succo di 1 limone
Sale e pepe

Esecuzione:
Tagliare le patate a tocchetti e cuocerle a vapore per una decina di minuti o fino a quando risultano morbide. Tritare finemente il porro e rosolarlo a fiamma dolce in padella con olio extra vergine e un poco di acqua, sistemare di sapore e portare a cottura, una volta pronto versarlo in una ciotola con le patate e fare intiepidire il tutto. Nella stessa padella del porro versare lo speck tagliato a julienne e farlo ben rosolare a fiamma vivace, quando risulta croccante versarlo su carta da cucina in modo che perda il grasso in eccesso.
Cuocere il baccalà a vapore per una decina di minuti.
Schiacciare le patate con una forchetta, unire il baccalà sfaldato, avendo cura di eliminare la pelle ed eventuali spine, aggiungere lo speck, sbriciolato con le mani, un uovo ed amalgamare il tutto, infine sistemare di sapore con sale e pepe e riporre in
frigorifero per una trentina di minuti.
Nel frattempo lessare il broccolo diviso in cime, scolarlo passarlo in acqua e ghiaccio in modo da bloccarne la cottura e mantenere un bel colore acceso. Versarlo in un boccale con la senape, il succo del limone e una decina di cucchiai di olio e frullare il tutto fino ad avere una maionese liscia e omogenea.
Riprendere l’impasto e formare delle polpette, grandi circa come una noce, passarle prima nell’uovo sbattuto e poi nel pane grattugiato.
Portare a temperatura un litro circa di olio di semi di girasole (170°) e friggere le polpette poche alla volta, a doratura scolarle e farle asciugare su carta da cucina.
Servire le polpette cosparse con la buccia del limone e accompagnare con la maionese di broccolo.

IL CONSIGLIO DEL MAESTRO
Difficile resistere ad una polpette, perfette in mille occasioni: per un aperitivo, un antipasto o un goloso secondo. Se non volete friggerle, potete cuocerle in forno, in questo caso passatele solo nel pane grattugiato e vaporizzatele con un poco di olio
extra vergine d’oliva, risulteranno più leggere, ma perderete la caratteristica crosticina croccante.
Potete sostituire le patate con pari peso di ceci lessati o con della zucca cotta al forno.

polpette3

polpette1

 

CREMA DI SEDANO RAPA CON POLPETTE  AL PROFUMO DI NOCE MOSCATA

Antipasti Ricette

CREMA DI SEDANO RAPA CON POLPETTE AL PROFUMO DI NOCE MOSCATA

Ingredienti per 4 persone:
Per la crema
300 g di sedano rapa pulito
150 g di patate
30 g di cipolla
1 dl di latte
Brodo vegetale qb
Olio extra vergine d’oliva
Noce moscata
Sale e pepe

Per le polpette
300 g di macinato
1 salsiccia
100 g di ricotta
40 g di grana grattugiato
Olio extra vergine d’oliva
Sale e pepe

Esecuzione
Dividere il sedano rapa e le patate a tocchetti, tritare la cipolla e rosolarla con poco olio in una casseruola, unire il sedano e le patate e fare insaporire nel fondo di cottura per alcuni minuti, bagnare con il latte e coprire a filo con il brodo, salare, pepare e profumare con una generosa macinata di noce moscata.
Portare a cottura a leggero bollore, al termine frullare e mantenere al caldo.
Riunire in una ciotola la carne la salsiccia sgranata, la ricotta e il grana, sale e pepe e amalgamare bene il tutto, formare delle piccole polpette grandi come una noce.
Rosolarle in padella con un filo di olio a fiamma dolce.
Servire la crema di sedano rapa con le polpette.

polpette3

polpette1